Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Letteratura  »  Nero come l'amore, di Emilia Dente, edito da Terebinto e recensito da Vincenzo D'Alessio 13/12/2018
 
Emilia Dente - “ Nero come l’amore ” – Terebinto Edizioni, 2018.


Emilia Dente è donna attiva in diversi campi culturali: poesia, tradizioni, storia, ricerche d’archivio, impegno sociale.

Una delle caratteristiche principali è l’amore per il luogo dove vive: Montefusco in provincia di Avellino.

Ha fatto parte della Giuria nei concorsi banditi dalla casa editrice Fara di Rimini in diverse edizioni.

La sua ultima raccolta è “ Nero come l’amore”, pubblicata quest’anno presso Terebinto Edizioni.

Il fulcro dei versi gioca con la luce incandescente dell’amore contrapposta alle ombre che l’esistenza pone sul cammino che questa forza creativa affronta.

Le ombre , la notte, il buio, sono le figure che compaiono maggiormente nei versi posti di fronte alla luce dell’Amore partendo dalla similitudine del titolo e dall’epigrafe alla raccolta: “ Dove c’è molta luce, l’ombra è più nera.” (J.Wolfgang Goethe).

La poetica vibra della bellezza dei luoghi, dei monti circostanti, dei frutti generosi della terra, grano e noci, della bellezza del tarassaco, pianta apotropaica per la poeta, e il trasferimento ai fenomeni naturali delle qualità umane: “ Il respiro dell’acqua / profuma di eterno / ” (pag.41); “ (…) e alberi che ridono/ ” (pag.19); “(…) nella carezza dei monti/ ” (pag.67).

Le similitudini, le anafore, i colori ed i profumi fanno da corollario ai versi lapidei che invitano il lettore a seguire il cammino dell’Amore per superare le aspre difficoltà dell’esistenza: “ invidio / la saggezza delle foglie / nel rosso dell’autunno / fanno l’amore col vento / e tra i sospiri / danzano / per non lasciarsi morire / ” (pag.47).

La sfida tra luce e buio, tra saggezza e indifferenza, a quest’ultima è legato il mondo di oggi dove i giovani, più cari alla poeta, sono in balia dei falsi sentimenti ammantati dalle ombre nere dell’ignoranza, della perdita della fede, della violenza diffusa.

La raccolta accoglie i frutti della maturità della Nostra che per lunghi anni ha curato in sé la gioia di offrire la conoscenza, il calore e l’amore per la propria terra ai suoi lettori.


Vincenzo D’Alessio

 
©2006 ArteInsieme, « 09103196 »