Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Ammagatrici, di Marinella Fiume, edito da A & B e recensito da Giovanni Vecchio 10/09/2019
 
Ammagatrici”, 11 racconti affascinanti e originali di Marinella Fiume



Nell'opera di Marinella Fiume, “Ammagatrici” (A&B 2019) leggiamo 11 racconti nei quali l'autrice narra di incontri surreali con sirene e dee greche, sibille e grandi madri, medichesse ebree, trovatrici di tesori e streghe erboriste, schiave di corsari e castellane, dive e viaggiatrici straniere e -come è scritto nell'ultima di copertina - donne accomunate da un rapporto esclusivo e magico con la Luna, trasfigurate da una penna ammaliatrice. Pur trattandosi di trasfigurazioni, il lettore vi ritrova il vissuto femminile colto con acume dall'interno e in modo vivo e palpitante. Le donne vere protagoniste di questo libro, anche quando si presentano come ectoplasmi del mito o voci reiette vittime dei pregiudizi e donne capaci di scelte coraggiose, esprimono sempre e fino in fondo la loro femminilità e l'appartenenza alla figura della madre che nutre a suo modo e con le sue opere intende dare il suo contributo alla vita. L'autrice rivive letterariamente il vissuto delle protagoniste, senza giudicarle, anzi facendoci conoscere le più intime emozioni e le più recondite esigenze, e

dando a ciascuna la possibilità finalmente di esprimersi o in alcuni casi di giustificare il proprio operato. Un libro affascinante nel quale l'immaginario e l'affabulazione si incrociano talora, ma non sempre (perchè c'è volutamente un cambio di stile e di linguaggio, dominato sempre con grande perizia dalla Fiume) con un realismo magico di stile post-verghiano e un intercalare vernacolare che solo per comodità definiamo “alla Camilleri”. La scrittura rivela, infatti, il dominio della parola e dell'incedere del racconto, lungo o breve che sia, e rivela soprattutto la cultura letteraria dell'Autrice e la sensibilità spiccata per la dimensione antropologico-culturale e mitica, spesso coniugate storicamente.

Ogni capitolo del libro ci immerge in un mondo ben delineato, con pochi tratti decisivi, che ci attrae e ci affascina. Le figure femminili vengono consegnate al lettore senza nulla escludere della loro vita di donne, mentre le rare figure maschili restano sullo sfondo di un mondo che spesso è violento e caratterizzato dal dominio e in qualche caso rivelano le fragilità adolescenziali.

E' un libro da leggere e che affascina pagina dopo pagina e non ci si ferma fino a quando non sarà stato letto l'ultimo rigo.

Giovanni Vecchio


Ammagatrici – Marinella Fiume – A & B – Pagg. 124 – ISBN 9788877284563 – Euro 12,00

 
©2006 ArteInsieme, « 09574517 »