Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Siti amici  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Il cerchio infinito  
 
Canti celtici  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Libri e interviste  
 
Intervista all'autore  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
 
 

  Bell'Italia  »  La Presolana, di Renzo Montagnoli 05/03/2019
 
La Presolana

di Renzo Montagnoli




Si è portati a ritenere che le Dolomiti siano presenti solo in Trentino-Alto Adige, in Veneto e in Friuli, tra le province di Belluno, Bolzano, Trento, Udine e Pordenone, e in effetti è lì che si trova la pressoché totalità di questa tipica formazione rocciosa; peraltro esistono altre località dove sono presenti, per esempio a Lienz in Austria, o anche in provincia di Verona e di Vicenza con le Piccole Dolomiti. Mano a mano che ci si sposta a Ovest è difficile trovarne, tanto che catena più lunga è quella di Brenta, a spartiacque fra la Val Rendena e parte della Val di Non. Tuttavia c’è un’eccezione, un massiccio roccioso presente in provincia di Bergamo e quindi in Lombardia: la Presolana. Sito fra la Val Seriana e la Val di Scalve non si eleva molto, dato che la cima più alta, con i suoi 2.521 metri, è quella della Presolana Occidentale. Pur non rappresentando una vera e propria catena è un massiccio imponente, con diverse vette, di cui le principali, oltre a quella citata, sono la Presolana Centrale (m. 2.517), quella Orientale (m. 2.490), la Presolana di Castione (m. 2.474) e quella del Prato (m. 2.405). Nonostante le altezze relativamente modeste è meta di diverse arrampicate, in quanto, fatta eccezione per le vie normali, relativamente facili, sono numerosi i percorsi di arrampicata, molti dei quali di notevole difficoltà. In relazione a questa attitudine alpinistica e anche a quella escursionistica, grazie ai numerosi sentieri segnati e attrezzati dal CAI, la zona è servita da un adeguato numero di rifugi, di cui il più importante è probabilmente l’Olmo, sito a 1.819 m. sul livello del mare e inaugurato nel 1991, punto d’arrivo dal fondovalle e di partenza per numerosi percorsi, fra i quali il periplo della Presolana, un sentiero assai impegnativo, ma altamente panoramico, adatto a escursionisti allenati ed esperti, vista la presenza di ferrate con parecchie scalette verticali. Personalmente non l’ho fatto, ma mi è stato riferito che, difficoltà a parte, merita senz’altro di essere percorso. Per contro arrivare al Rifugio Olmo non è difficile, basta avere buone gambe e un po’ di allenamento; le vie di accesso al massiccio sono da Clusone, da Rusio, frazione di Castione della Presolana, da Donico, proprio al passo della Presolana e da Villa d’Ogna. Per chi invece non si sente di scarpinare molto resta sempre la possibilità di ammirare il massiccio o dal Passo della Presolana (m. 1.297 s.l.m.) o da Castione della Presolana (870 m. s.l.m.), ameno paesino con ottime strutture ricettive. Fra l’altro, intorno alla Presolana, il paesaggio è tipicamente alpestre, con prati estesi e grandi boschi di conifere che ne fanno un luogo ideale per la villeggiatura.

Poiché esiste il valico, le possibilità di arrivare in loco sono diverse, poiché permette di passare dalla valle Seriana alla Valle di Scalve, e valle Seriana vuol dire Bergamo, mentre per la valle di Scalve il discorso è più complicato perché o vi si arriva partendo da Darfo Boario Terme, oppure da Borno in Val Camonica.

Per chi risiede in Lombardia nelle province di Bergamo, Brescia, ma anche di Mantova, Cremona e Lodi andare a vedere la Presolana può anche essere la meta di un giorno, comprensivo dell’andata e del ritorno, e in questo senso appare come la destinazione dolomitica più vicina assieme alle ben più corpose Dolomiti di Brenta.

Per chi viene da più lontano, e quindi ha la necessità di trascorrere di almeno una notte in loco, oppure intende semplicemente effettuare un periodo di villeggiatura, ha bisogno di utilizzare le numerose strutture ricettive il cui elenco potete trovare al link che segue:https://www.visitpresolana.it/ospitalita/



Le fotografie a corredo dell’articolo sono state reperite su diversi siti Internet e rappresentano nell’ordine l’abitato di Castione della Presolana e alcuni scorci del massiccio della Presolana.

 
©2006 ArteInsieme, « 09446990 »