Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Un paese tra i monti  »  Al soldato sconosciuto 16/05/2021
 
Al soldato sconosciuto

di Renzo Montagnoli




Là sulla rupe, ove tanti riposano in eterno

c’è una lapide senza nome, ma solo un’iscrizione

lunga e assai sbiadita che sempre

è più difficile comprendere.


Ma io la leggo bene perché sempre

è stata impressa nel mio cuore:

Non sappiamo chi tu sia, soldato

austriaco sconosciuto, ma l’aver trovato


quel che di te restava con la schiena

contro un albero e nelle mani

la fotografia di una donna con bambino

ci ha fatto sentire a te vicino.“


Nel silenzio s’ode solo il vociare

del torrente che sotto la rupe scorre

e come sempre commosso vorrei

aggiungere due o tre parole:


Riposa ora fra noi uomo che nel momento

dell’addio hai voluto tener stretto quel che

per te era più caro, ancor più caro di

quella vita che stava correndo via.”


A questo punto è d’obbligo un mio

silenzio da aggiungere al silenzio

Si inumidiscono i miei occhi

e fra le lacrime sfuma un volto ignoto


solo immaginato un uomo che lì

si è dal mondo accomiatato senza odio

ma solo con l’amore per chi lontano

l’avrebbe ormai aspettato invano.


Ritornerò ancora in questo spazio angusto,

continuerò a leggere di uomini e di donne

che qui vissero e morirono, gente di un paese

tra i monti, a cui il mio cuore ormai appartiene.


Da Un paese tra i monti

 
©2006 ArteInsieme, « 011170756 »