Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  Sicilia sconosciuta, di Matteo Collura, edito da Rizzoli 19/04/2024
 

Sicilia sconosciuta.

Itinerari insoliti e curiosi

di Matteo Collura

Rizzoli Editore

Narrativa di viaggio

Pagg. 367 con ill.ni

ISBN 9788817088053

Prezzo Euro 25,00



L´anima della Sicilia



Ho visitato tutta l´Italia, alcune zone a grandi linee, altre più approfonditamente, ma dal conto è rimasta fuori la Sicilia, che non è mai stata in verità l´obiettivo di una mia escursione turistica, vuoi per la notevole distanza dalla mia residenza, vuoi perché mi sono detto che c´era sempre tempo. Purtroppo con il sopraggiungere di un´età più avanzata, con tutti i problemi di saluta che comporta, questo tempo che sembrava tanto è scaduto, così che temo che l´isola dei miei amati scrittori (la Sicilia ha dato i natali a tanti narratori di gran classe) rimarrà un sogno e pertanto dovrò accontentarmi di vederla in qualche documentario o di leggerne, come in questo libro di Matteo Collura, Sicilia sconosciuta, che è ben più di narrativa di viaggio.

Collura è indubbiamente bravo nel proporre i suoi temi e in più la sua origine è sicula, una garanzia sulla sicilianità dell´opera. Perché dico che non è un semplice cahier de voyage? Perché il volume non si limita a percorrere l´isola per un uso prettamente turistico, ma si propone con tanti itinerari insoliti di far emergere l´anima di questo territorio. Si scopre così che se la Sicilia è un´isola, è altrettanto vero che finisce con l´apparire un arcipelago di molte isole, tanto sono diverse le varie zone per caratteristiche naturali, ma anche per atmosfere, a volte ridenti, a volte cupe; abbiamo così una serie di ritratti del tutto lontani dai consueti stereotipi, in una coinvolgente descrizione di aspetti meno ridondanti, ma che sono questi sì emblematici di questo straordinario territorio. Basti pensare a tutte le bottegucce che a Palermo si affacciano sulla strada, estremità di abitazioni modeste, se non addirittura misere, in cui si propongono al passante delle leccornie da consumare passeggiando, così ben descritte da far venire l´acquolina in bocca, in un dedalo di aromi e di sapori che è tipico della città. Le tappe, se così vogliamo chiamarle e che richiamano un percorso a uso turistico, che proprio non lo è, sono talmente tante e le caratteristiche che contraddistinguono gli itinerari e le mete raggiunte sono tali per dimensione che è difficile ricordarle tutte e che impongono a chi volesse andare là la stesura preventiva di una sorta di giro della Sicilia, che non sia però un mordi e fuggi, perché si vedrebbe tanto senza capire.

La natura, stupenda, ovviamente è un biglietto da visita, ma è pur vero che è la cornice dove rilucono le chiese e i palazzi palermitani, il convento del Gattopardo a Palma di Montechiaro, i pastori delle Madonie, un mondo così vasto e vario da sorprendere e al tempo stesso da desiderare.

La Sicilia è natura, arte, cultura, perché non mancano, anzi sono presenti i suoi grandi scrittori, Pirandello, Sciascia, Bufalino, Tomasi di Lampedusa, solo per citarne alcuni, a sintomo di una terra che è stata fertile terreno per dei geni della letteratura, universali nei messaggi, ma particolari, territoriali nell´ambientazione delle loro opere.

Da ultimo una menzione particolare meritano le foto a corredo, eseguite con maestria da Giuseppe Leone, capace di cogliere, nel fissare sulla pellicola le immagini di paesaggi e di monumenti, l´essenza di quest´isola.

Non voglio e non posso dilungarmi, anche perché potrei essere necessariamente incompleto e allora non mi resta che caldeggiare la lettura di un libro piacevole, ma al tempo stesso veramente istruttivo.




Matteo Collura (Agrigento 1945), dopo una giovanile esperienza di pittore e dopo aver intrapreso la professione giornalistica, ha esordito in letteratura con il romanzo Associazione indigenti, pubblicato nel 1979 da Einaudi su approvazione di Italo Calvino. È autore della biografia di Leonardo Sciascia Il maestro di Regalpetra (TEA, 1996) e del romanzo sulla vita di Luigi Pirandello Il gioco delle parti (Longanesi, 2010). Ha pubblicato numerosi altri libri, la maggior parte dedicati alla sua terra d´origine; tra questi: Sicilia sconosciuta (Rizzoli, 1984; 2016); Baltico (Reverdito, 1988); In Sicilia (Longanesi, 2004); Qualcuno ha ucciso il generale (Longanesi, 2006); L´isola senza ponte (Longanesi, 2007); Alfabeto Sciascia (Longanesi, 2009); Sicilia. La fabbrica del mito (Longanesi, 2013). È inoltre autore di Novecento. Cronache di un secolo italiano dal terremoto di Messina a Mani Pulite (TEA, 2008) e del romanzo La badante (Longanesi, 2015). Sua la versione teatrale del romanzo di Leonardo Sciascia Todo modo. Scrive articoli di cultura per «Il Messaggero» e il «Corriere della Sera». Risiede a Milano.


Renzo Montagnoli


 
©2006 ArteInsieme, « 014147390 »