Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Fino all'ultimo animale di Moreno Marani 20/10/2006
 

FINO ALL' ULTIMO ANIMALE

      

 

 

Anche l'ultimo animale stanotte è rientrato,

ma alla biada dei potenti

c'è sempre qualcuno pronto ad abbeverarsi.

Dormono nella stessa mangiatoia,

ma il loro fiato sa di zolfo consumato

non riscalda chi nasce d'inverno.

 

“Gemono per noi quando cadono

queste folgori stupefacenti,

per un bambino occidentale

è la festa di ogni nuovo anno,

per me di nome Nasrallah

sono  malefiche pire di ogni giorno.”

 

E' caldo questo mare Mediterraneo,

è rossa questa terra d'oriente,

così preziosa e rossa d'incantarci

come un cobra religioso.

 

“Con i miei sassi so colpire

la terza onda intifada del mare,

mentre mio nonno, poi mio padre

da quell'onda son rimasti sepolti.

 

Noi che crediamo che la morte

non si stanchi mai, sogniamo,

per la nostra generazione,

una tregua dei schiaffi del mare

e un giorno senza ciottoli da cercare.” 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010884666 »