Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Viale solitario, di Salvatore Armando Santoro 10/04/2021
 
Viale solitario

di Salvatore Armando Santoro



Viale solitario dei miei sogni
dove il mio cuore un dì lontano ho perso
sempre ti cerco e ti rivedo in foto
ai tuoi colori aggiungo qualche verso.

Di azzurro in cielo se ne vede tanto,
l’ocra colora tronchi, rami e foglie
il verde ancora è intenso tra il viale
il bianco in cielo il suo candore scioglie.

A volte mi fermavo nella notte
ad ascoltar cantare la fontana
risento ancor lo scroscio brontolare
con una voce limpida e lontana.

Viale solitario ti ho nel cuore
ricordo quei tuoi monti con affetto
a ripensarti adesso sto un po’ male
ma ancor ti tengo vivo nel mio petto.

 
©2006 ArteInsieme, « 010877814 »