Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Marlene Dietrich, di Gianluca Ferrari 01/07/2022
 
Marlene Dietrich

di Gianluca Ferrari


Where have all the flowers gone? (*)


La grande sala buia buia

come le bombe

della Guerra da non molto

conclusa. In un vestito

d’oro sei tu sola,

Valchiria della Pace

ed il tuo volto spigoloso -

occhi penetranti malinconici

angiporti che fanno tracimare

il cuore, influssi di luna.

Canti Dove sono andati i fiori?

Andati sposi alle ragazze

poi soldati: distrutti dalle monotonie

squadrate delle marce militari

dal braccio steso che fende

l’aria, dai reticoli

della croce uncinata.

Dove?! Opaca nella luce

del tuo abito, troppi gli eroi

caduti che dovesti accompagnare

al Varco. Ad ogni strofa

un’inflessione: adesso dura

adesso più accorata mentre

concludi il circolo perfetto

della dissennatezza umana

e i petali cresciuti sulle tombe

risaranno giovani soldati,

steli strappati alle ragazze

ai loro prati innocui.


Da Acquerelli gotici (edito in proprio, 2020)


(*) Dove sono finiti tutti i fiori?

 
©2006 ArteInsieme, « 012063508 »