Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia  Poesie di Natale  Racconti di Natale 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Ho tanto taciuto che mi credevano una pietra, di Tarana Turan Rahimli 09/06/2024
 

Ho tanto taciuto che mi credevano una pietra

di Tarana Turan Rahimli



Che tipo di posto, che ore sono?

Chi mi ha mandato qui?

Questa strada una volta vedeva degli orchi

E mi trovavo nei guai centinaia di volte.


Quelli che sentivo non potevano sentirmi,

Non erano stanchi di farmi soffrire.

Non hanno lasciato nessuna stanza vuota nel mio interno,

Dimmi, dove posso nascondermi?


Perdo la speranza ogni giorno

Accumulo i miei dolori uno sopra l'altro.

Fuggo da me stesso

Cercami negli altri.


Consideravano inverno la mia primavera,

Qualunque cosa facessi, erano confusi.

Ho taciuto cosė tanto che pensavano che fossi una pietra

Mi hanno costruito nei muri...


Da Ho amato persino la pietra (Il Cuscino di stelle, 2023)


 
©2006 ArteInsieme, « 014402762 »