Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Tizio di Miriam Ballerini 17/05/2006
 

Viaggio la città

in un paio di calzature logore.

Cicerone della mia stanchezza

di uomo svanito.

Sono solo un tizio,

fra passanti che si credono

i soli battezzati con un nome,

perché privi dei miei difetti.

Del mio cappotto usato,

la mia bottiglia, collo di cigno,

da trattenermi accanto nelle sere buie.

Io sono il possessore della loquacità del cielo

che a ogni viaggio di nuvola

sa arredare il mio niente

con un tetto diverso.

Sono il tizio della panchina,

trono di un re,

con una riga di sporco sulla fronte

a fingersi corona.

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010884648 »