Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Rumeno di Miriam Ballerini 20/06/2006
 

Macchie di ruggine

han predato i fianchi

del suo furgone bianco.

La caritÓ chiede, per i suoi figli.

Smilzi esserini scuri,

dallo sguardo stanco.

Con lui discendono sul marciapiede

la ritrosia e il timore.

Ha gli occhi neri,

tarlati dalla miseria.

Recita il rosario della sua vita,

mostrando cicatrici visibili,

invisibili.

Povero Cristo, padre,

ruberÓ per loro,

si sporcherÓ per loro.

E intanto allunga una mano

col palmo ritratto e insicuro,

supplicando briciole

con cui nutrire le due creature:

visibili, invisibili.

Che guardano il mondo dal finestrino,

da dietro la ruggine.

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010884515 »