Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Narrativa  »  Fantasmi del passato di Valentina Demelas 24/11/2006
 

fantasmi del passato

 

╚ ottobre e in me vivono ancora estivi cieli stellati, ricordi di un amore che mai scorder˛.

 

Come due indifesi pupazzi di pezza trafitti nel cuore, abbiamo cancellato un passato stagnante e provato a curare ferite che non volevano guarire. Ed ora come due perfetti sconosciuti camminiamo a passo svelto lungo due strade parallele, ma lontane. Ascoltando come fosse la prima volta canzoni giÓ consumate. Progettando di vivere come nei sogni, annusando profumi e odori che si appiccicano addosso e diventano unici.

 

ChissÓ se un giorno i nostri sguardi si incroceranno di nuovo.

Una volta ci guardammo a lungo negli occhi, in silenzio. Ci sfiorammo. Ci˛ che contava davvero era sentire il battito dei nostri cuori impazziti, testimoni di un amore immenso e forte. Immortale. Sussurrare, intuire e dimostrare. Amore mai conosciuto prima.

 

Oggi fantasmi del passato tornano a visitare le mie notti insonni. Non ho pace.

 

So quanto faccia bene respirare ossigeno a pieni polmoni. Vivere il presente. Baciare labbra bramose delle mie, che salvano e scaldano. Pure. Bocca vicina, soave, torrida, reale. Cominciare ad amare. Lasciarsi addomesticare.

 

Eppure la voglia di assaggiare nuovamente il sapore di labbra perdute, mai mi lascerÓ.

 

Catene invisibili e leggere a legarci. Ancora.

E noi a fingere di ignorarle.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 010877864 »