Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Largo serale, di Vincenzo Cardarelli 01/09/2012
 

Con una grazia misurata il poeta ricrea un evento quotidiano e accompagna il lettore passo passo, immergendolo in una soave atmosfera, che al termine si dissolve in un lampo di serenità.

 

 

 

 

Largo serale

di Vincenzo Cardarelli

 

 

 

È l'ora dei crepuscoli estivi –
quando il giorno pellegrino
si ferma e cade estenuato.
Dolcezza e meraviglia di queste ore!
Qualunque volto apparisse in questa luce
sarebbe d'oro.
I riflessi di raso degli abitati sul lago.
Dolce fermezza di queste chiome
d'alberi sotto i miei occhi!
Alberi della montagna italiana.
Di paese in paese

gli orologi si cantano l'ora
percuotendosi a lungo nella valle
come tocchi d'organo gravi.
Poi più tardi nella festa notturna,
la lentezza dei suoni dura ancora...

 
©2006 ArteInsieme, « 011838042 »