Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Lontano, di Costantino Kafavis 06/01/2013
 

Costantino Kafavis (Alessandria d'Egitto 29 aprile 1863 – 29 aprile 1933) fu un anticonformista, un poeta fuori dai canoni dell'epoca, eppure riusciva a esprimersi in forme comprensibili e trattando temi consueti con una punta di rassegnata malinconia, come nella poesia che segue, il ricordo struggente di un lontano amore.

 

 

Lontano

di Costantino Kafavis

 

 

Dire vorrei questo ricordo... Ma
s'è così spento... quasi nulla resta:
lontano, ai primi anni d'adolescenza, posa.

Pelle di gelsomino...
E la sera d'agosto (agosto fu?)
Ormai ricordo appena gli occhi: azzurri, forse...
Oh, azzurri, sì! Come zaffiro azzurri.



 
©2006 ArteInsieme, « 012398197 »