Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Il tuono, di Giovanni Pascoli 02/06/2013
 

Poesia della natura, una natura amica, brontolona, che spaventa l'infante nella culla, ma ai cupi suoni dei primi versi si contrappone l'idilliaca dolcezza di un canto, quello di una mamma che quieta il suo bambino.

 

 

 

Da Myricae

 

 

Il tuono

di Giovanni Pascoli

 

E nella notte nera come il nulla,
a un tratto, col fragor d'arduo dirupo
che frana, il tuono rimbomb˛ di schianto:
rimbomb˛, rimbalz˛, rotol˛ cupo,
e tacque, e poi rimareggi˛ rinfranto,
e poi vaný. Soave allora un canto
s'udý di madre, e il moto di una culla.

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011838202 »