Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Sei così bella, di Juan Jiménez 02/07/2013
 

Juan Ramón Jiménez Mantecón (Moguer, 24 dicembre 1881 – San Juan, 29 maggio 1958), più conosciuto come Juan Jménez, è indubbiamente da collocare non solo fra i grandi poeti spagnoli, ma anche fra i maggiori e più significativi a livello mondiale. In lui esercitò un fascino potente il simbolismo, di cui può essere considerato l'ultimo cantore, per quanto svincolato da quelle chiusure verso l'esterno che ne limitavano la portata. In questo contesto l'amore inteso come passione, tormento ed estasi assume una particolare rilevanza ed è concretizzato in versi tesi ad esaltare il potere creativo della poesia. La sua arte non lascia di certo indifferenti, suscitando emozioni e riflessioni, innovando con una voce non forte, ma ferma, senza esitazioni. Per i suoi meriti gli fu conferito nel 1956 il Premio Nobel per la letteratura.

 

 

 

 

 

Sei così bella

di Juan Jiménez


Sei così bella tu,
come il morbido prato dietro l'arcobaleno

nel meriggio silenzioso d'acqua e sole,

come l'increspamento della primavera

di fronte al sole dell'aurora

come l'avena fine del serraglio

di fronte al sole del tramonto dell'estate

come i tuoi occhi verdi

col mio sorriso rosso

come il mio cuore profondo

col tuo amore vivo.





 

 
©2006 ArteInsieme, « 011838038 »