Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  La collina, di Edgar Lee Masters 09/05/2015
 

Ho sempre amato L'antologia di Spoon River, questa serie di indivinati epitaffi e, fra i tanti, quello che segue mi sembra che ben possa riassumere lo spirito dell'autore.

 

 

 

La collina

di Edgar Lee Masters

 

Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley
l'abulico, l'atletico, il buffone, l'ubriacone, il rissoso? 
Tutti, tutti, dormono sulla collina.

Uno trapass˛ in una febbre, 
uno fu arso in miniera, 
uno fu ucciso in rissa, 
uno morý in prigione, 
uno cadde da un ponte lavorando per i suoi cari - 
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono Ella, Kate, Mag, Edith e Lizzie
la tenera, la semplice, la vociona, l'orgogliosa, la felicie
Tutte, tutte, dormono sulla collina.

Una morý di un parto illecito, 
una di amore contrastato, 
una sotto le mani di un bruto in un bordello, 
una di orgoglio spezzato, mentre anelava al suo ideale, 
una inseguendo la vita, lontano, in Londra e Parigi, 
ma fu riportata nel piccolo spazio con Ella, con Kate, con Mag
tutt, tutte dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono zio Isaac e la zia Emily, 
e il vecchio Towny Kincaid e Sevigne Houghton
e il maggiore Walker che aveva conosciuto 
uomini venerabili della Rivoluzione? *
Tutti, tutti, dormono sulla collina.

Li riportarono, figlioli morti, dalla guerra, 
e figlie infrante dalla vita, 
e i loro bimbi orfani, piangenti - 
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dov'Ŕ quel vecchio suonatore Jones 
che gioc˛ con la vita per tutti i novant'anni, 
fronteggiando il nevischio a petto nudo, 
bevendo, facendo chiasso, non pensando nÚ a moglie nÚ a parenti, 
nÚ al denaro, nÚ all'amore, nÚ al cielo? 
Eccolo! Ciancia delle fritture di tanti anni fa, 
delle corse di tanti anni fa nel Boschetto di Clary
di ci˛ che Abe Lincoln 
disse una volta a Springfield.

* La guerra per l'indipendenza dall'Inghilterra vinta nel 1776, che sotto la guida di George Washington port˛ alla costituzione degli Stati Uniti.

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011838142 »