Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia  Poesie di Natale  Racconti di Natale 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Noi due, di Rosa Staffiere 19/02/2016
 

È da poco che è passato San Valentino e comunque una poesia d'amore è sempre gradita e se questa volta non è di Nazim Hikmet, ma della sempre brava Rosa Staffiere, non importa, perché nella semplicità dei suoi versi è ben espresso un sentimento che rende l'esistenza meritevole di essere vissuta.

 

 

Noi due

di Rosa Staffiere

 

 

Noi due; due petali di rosa
che nello stesso istante
avvizziscono e cadono.

Noi due

due scintille fuoruscenti
dallo stesso rovente tizzo
che insieme nell'oscurità
fuggono dileguandosi.

Noi due; due gocce di pioggia
che dal cielo scendono
e sulla stessa pietra cadono.

Noi due
due passi con la stessa cadenza
che nella via effondono lo stesso suono.

Noi due
due foglie dello stesso peduncolo
che nello stesso istante
ingialliscono e muoiono.

Noi due
due labbra che' pronunciano
in coro la stessa parola: Amor.

Noi due
due note scaturite dalla stessa corda
di un romantico violino.

Noi due; due sguardi gentili
noi, due anime infantili
noi, due mani che s'avvincono.

Noi due
due flutti dello stesso fiume che or tranquillo
ora tumultuoso corre verso il mare.



 
©2006 ArteInsieme, « 013815767 »