Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Pasqua, di Rosa Staffiere 26/03/2016
 

Senz'altro brava, Rosa Staffiere, qui impegnata in una poesia di tema religioso che, a differenza di ci che si pensa, non mai di facile svolgimento.

 

 

 

Pasqua

di Rosa Staffiere

 

Pesante la nostra esistenza
estranea la mondana apparenza
immersi in cupa sofferenza
estremati da lunga degenza.
come lampi improvvisi
si disegnan vacui sorrisi
le corsie mutate in Elisi.

Ma calma fuggente, d'umanit sofferente
con la bocca gemente, persa e presa nel niente.
Si torna al passato con giro di vite, povere anime smarrite
nella trappola finite, qual colombe spaurite.

Ma qual complessa natura
qual vetro, fragile creatura
schiacciata e vinta dalla paura
e la meta sempre pi oscura
pur nel giorno di Resurrezione
non scema l'inquieta ossessione
n conforta la mistica Comunione
con Cristo Signore risorto
qui scarno e labile il conforto
l'animo dal dolore contorto.

Ma ecco sussurrare una voce
vien giu dalla lignea Croce
il dolore la benefica foce
d'acqua che purifica e lava
del peccato neanche una bava
il malato il Cireneo sulla via
che aiuta il figlio di Maria.
Si stende, si spiana la ruga, l'amarezza svanisce nella fuga
le mani si congiungon in preghiera
Osanna, Alleluia Pasqua di primavera!!




 
©2006 ArteInsieme, « 012591034 »