Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Verso Ferrara, di Giorgio Bassani 07/06/2016
 

Giorgio Bassani è probabilmente più conosciuto come narratore, con un ciclo di prose (romanzi e racconti), le cui trame hanno sempre per centro Ferrara, la sua città, di cui era innamorato in modo viscerale. Lo stesso stile (l'italiano cesellato, le parole sussurrate, il pudore nell'aprirsi agli altri) si ritrovano però anche nelle sue poesie, giacchè era anche poeta e un chiaro esempio sono i versi che seguono . dove, manco a dirlo, ancora una volta ritroviamo Ferrara.

 

 

 

Verso Ferrara

di Giorgio Bassani

 

È a quest'ora che vanno per calde erbe infinite
verso Ferrara gli ultimi treni, con fischi lenti
salutano la sera, affondano indolenti
nel sonno che via via là spegne pievi rosse, turrite.

Dai finestrini aperti l'alcool delle marcite
entra un po' a velare il lustro delle povere panche.
Dei poveri amanti in maglia scioglie le dita stanche,
fa deserte di baci le labbra inaridite.

.

da Storie dei poveri amanti e altri versi

 

 
©2006 ArteInsieme, « 012625136 »