Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Messa prima, di Francesco Pastonchi 24/08/2017
 




Francesco Pastonchi (Riva Ligure, 31 dicembre 1874 – Torino, 29 dicembre 1953).

Si vede il paesaggio, si odono i suoni, si sciolgono i cuori e ciò è frutto della straordinaria abilità dell’autore.



Messa prima

di Francesco Pastonchi



Quel suono celeste
della campanetta fra i monti!
Presto ti sveglia, a le feste,
chiama con rintocchi pronti
la sua Messa prima.
Si senton tocchi di zoccoli
per le stradette ancor buie,
sbattere un’imposta, un frullo
ma subito quieto, sul tetto,
remoti canti di galli.
Poi torna pace ancora,
cullata dal rivo.
E intanto aggiorna.
Appena la messa è detta,
bisbigli di neri scialli,
soste lungo il sagrato…
E il sole dora la cima
de la montagna opposta,
scivola sul pendio accanto,
arriva come un fanciullo,
balzando di clivo in clivo,
a la chiesetta che tace,
bianca, presso il camposanto.



 
©2006 ArteInsieme, « 012204387 »