Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Settembre, di Hermann Hesse 18/09/2017
 


Settembre, il mese dell’equinozio d’autunno, cioè quando la notte, ovvero il buio, dura quanto il giorno, ovvero la luce. Quest’anno cade il 22 settembre e così inizia l’autunno, con la sua pioggia, le nebbie e la natura che si avvia al riposo. Cambiano i colori, rinfresca, un altro anno volge al termine. E’ una delle migliori occasioni dei poeti per parlarne ed è ciò che ha fatto anche Hermann Hesse.








Settembre

di Hermann Hesse



Triste il giardino: fresca
scende ai fiori La pioggia...
silenziosa trema
l'estate, declinando alla sua fine.
Gocciano foglie d'oro
giù dalla grande acacia...
Ride attonita e smorta
Pestate dentro il suo morente sogno;
s'attarda tra le rose,

pensando alla sua pace;
lentamente socchiude.



 
©2006 ArteInsieme, « 012203993 »