Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Panni, di Rosa Staffiere 10/05/2018
 

Rosa Staffiere è sempre brava e lo dimostra anche in questa poesia dedicata a Panni, un paesino pugliese sito sulla cima del monte Sario, a 801 m. s.l.m., nel Subappennino Dauno, località che era luogo di amena villeggiatura per la poetessa.






Panni

di Rosa Staffiere



Or sono trent'anni
che appena Agosto
si appresta ad arrivare
io vengo, felice a Panni
piccolo ridente paese
abbarbicato al monte.

Apparire vedo il Castello
appena trasvolo il Cervaro
e già un fremito nuovo
il mio cuore invade.

li venticello sollecito
scuote le fronde
e dona freschezza
alla fronte crucciata
essa si spiana, i pensieri
non sono più neri sparvieri
che oscurano il cielo.

Tutto diventa più etereo
il volto più non è serio
impaziente divento
di andare al Castello
che non è un maniero
ricco di sale, ma solo un muro
che svetta nel cielo e invita
a percuoter i viali che girano in tondo.

E tu incontri anche chi vien dal Nuovo Mondo
incontri il compagno di giovinezza
e con lui è bello riandar
al tempo della spensieratezza.



 
©2006 ArteInsieme, « 012063279 »