Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Sono una creatura, di Giuseppe Ungaretti 08/10/2010
 

Giuseppe Ungaretti, il padre dell'ermetismo, ma soprattutto un poeta dalla forza sommessa, capace in pochi versi di travolgere d'emozione, lasciando estasiati per la bellezza sublime dei concetti espressi, come in nelle poesie di guerra, tratte dalla raccolta L'Allegria.

 

 

Sono una creatura
Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916

di Giuseppe Ungaretti

 

Come questa pietra
Del S. Michele
Cosė fredda
Cosė dura
Cosė prosciugata
Cosė refrattaria
Cosė totalmente
Disanimata

Come questa pietra
Č il mio pianto
Che non si vede

La morte
Si sconta
Vivendo.

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011470048 »