Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  Mattino alla finestra, di Thomas Stearns Eliot 28/06/2011
 

Thomas Stearns Eliot (Saint Louis, 26 settembre 1888 – Londra, 4 gennaio 1965) è stato un grande poeta di origine statunitense, naturalizzato poi inglese. Nobel per la letteratura nel 1948, la sua poetica è caratterizzata dai forti contrasti fra il fatuo della società di Boston e di Londra e versi che descrivono visioni di grande bellezza, insomma nelle sue liriche lo squallido viene abbinato al bello, con effetti di grande e travolgente forza.

 

 

 

 

 

 

 

Mattino alla finestra

di Thomas Stearns Eliot

 

 

Sbattono piatti da colazione nelle cucine del seminterrato,
E lungo i marciapiedi che risuonano di passi
Scorgo anime umide di donne di servizio
Sbucare sconsolate dai cancelli che danno sulla strada.

Ondate brune di nebbia levano contro di me
Volti contorti dal fondo della strada,
Strappano a una passante con la gonna inzaccherata
Un vacuo sorriso che s'alza leggero nell'aria
E lungo il filo dei tetti svanisce.

 
©2006 ArteInsieme, « 011470071 »