Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  I maestri della poesia  »  La luna s'apre nei giardini, di Alda Merini 21/04/2012
 

L'esperienza del manicomio ha indubbiamente inciso in modo profondo sulla vita di Alda Merini e sulla tematica della sua produzione. E infatti sono tante le poesie che parlano di questi reclusori, ove i malati vivevano da prigionieri e ne uscivano solo con la morte.

 

 

 

La luna s'apre nei giardini

di Alda Merini

 

La luna s'apre nei giardini del manicomio,
qualche malato sospira,
mano nella tasca nuda.
La luna chiede tormento
e chiede sangue ai reclusi:
ho visto un malato
morire dissanguato
sotto la luna accesa.

 
©2006 ArteInsieme, « 011356983 »