Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia  Poesie di Natale  Racconti di Natale 

  Scritti di altri autori  »  Poesie di Natale  »  Echi d’infanzia, di Donatella Nardin 22/12/2023
 

Echi d´infanzia

di Donatella Nardin



Echi d´infanzia saliti alle labbra

come una dolcissima preghiera:

c´erano rose di neve ai lati

della capanna, due pecore

e un pallido sole nelle pupille

leggere.

Le contornava un angelo biondo

di cartapesta che profondo

cantava il mistero nella stanza

dei freddi risvegli orientata

verso l´innocenza più pura.

C´erano semplici parole in bianco

e nero che con pudore

si concedevano alla tenerezza:

innervava il mattino un´aria

chiara, pungente, tra i ceppi ardenti

- la sera - un insolito profumo

di pace, di muschio fresco

e di mandarini.

C´era un´indicibile luce attorno

al Bambino deposto sulla paglia

di un Presepe fatto di poche

piccole cose preziose, immense

e grate nell´amore come

nella più accesa spiritualità.


 
©2006 ArteInsieme, « 014403053 »