Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Libri e interviste  »  Cinzia Pierangelini e ‘A Jatta, edito da GBM 21/12/2008
 

Intervista a Cinzia Pierangelini, autrice del romanzo ‘A jatta, edito da GBM.

 

 

E così dopo Eraclito e il muro, il tuo primo romanzo, esci ora conA jatta.

Di che si tratta?

 

Di una storia d'amore. A modo mio, ovvio. Il tema sarebbe serio e scottante, lo è nella realtà; lo è anche nel libro in parte ma è affrontato senza scandalo, senza ‘spettacolo', con la voglia di amore, poesia, leggerezza e ironia che ogni vita merita. La transessualità pretende rispetto, conoscenza soprattutto. Ho voluto provare a immedesimarmi davvero nei problemi di Andrea, la mia dolce transessuale. Tuttavia non è lei quella che considero protagonista del libro bensì Alfredo, questo dongiovanni un po' invecchiato che si trova a fare i conti con se stesso, un rivale violoncellista e il preconcetto di una cittadina di provincia.

 

 

Perché questo strano titolo e peraltro in dialetto siciliano?

 

Be' c'è una gatta che tutti scambiano per gatto e… sgattaiola tra le pagine gnaulando. In dialetto, perché no? Mi piace scrivere come ascolto.

 

 

Dato il tema particolare, penso ti sarai un po' documentata sul fenomeno dei transessuali. Al riguardo, come hai proceduto?

 

Ho letto tutto ciò che son riuscita sul web, ma soprattutto ho trovato due donne, una operata e una in fase di transizione, che tramite mail mi hanno aiutata molto, mi hanno aperto gli occhi su un mondo sconosciuto dove ‘pregiudizio' è la parola chiave e della sofferenza non si tiene conto. Spero di non deluderle, di non deludere Katia e Silvy, è la cosa che spero di più per questo romanzo.

 

 

Ora una domanda un po' particolare. Che cosa significa per te scrivere e, soprattutto, che importanza ha per la tua vita?

 

Per la mia vita è una rovina: mia figlia quando scrivo a capofitto mi odia, non ostante i libri per ragazzi che finalmente hanno trovato il loro spazio editoriale; la casa va in rovina e persino il cane sbuffa e mi guarda male. Io riesco a stare anche 12 ore davanti al pc se ho un lavoro in corso e molte sigarette. Ma mentre scrivo…è bellissimo, ho cento vite e possibilità all'inizio, ma poi i personaggi acquistano indipendenza, mi spingono e trascinano, il libro si fa da solo e io vivo in simbiosi, anzi in parassitismo! Dopo la delizia, però, la crisi delpubblicare' e lì mi odio da sola. Insomma, non sono sicura che scrivere per me sia un bene in assoluto ma non posso farne a meno: mi completa, mi affascina, mi appartiene e questo da sempre, anche se ho aspettato 40 anni per cedere alla tentazione.

 

 

I tuoi rapporti con l'editoria: in generale e in particolare, cioè come giudichi il mondo degli editori e i tuoi editori?

 

Non posso dir male dei miei editori (son tre diversi attualmente) e forse non sarebbe giusto dire male in genere della categoria. L'editoria segue a ruota il resto del mondo in cui viviamo, con i suoi compromessi, il consumismo, l'ingannevole pubblicità, la massificazione dei desideri et cetera. Della GBM, con cui uscirà questo secondo romanzo, voglio però aggiungere che segue sani principi e non cede a ‘tentazioni' di facile guadagno. Questo mi rende serena sul mio lavoro.

 

 

Progetti per il futuro. Ci sono progetti letterari in corso o comunque di imminente avvio?

 

Ho in uscita il secondo romanzo per ragazzi, dopo il recente fantasy Draghia che sta ottenendo bellissimi commenti; si chiamerà, credo, Il professor Scelestus e sarà pubblicato con una piccola casa editrice. Inoltre ho già scritto, ed è in fase di correzione, il mio terzo romanzo mainstreamIn principio fu il mare'. Adesso attendo pazientemente che qualche storia o personaggio venga a risvegliarmi dall'ozio estivo, mi troverà pronta a ricominciare. Insomma non mi fermo!

 

 

Grazie Cinzia e nel salutarti associo agli auguri di successo di questo romanzo anche quelli di un sereno Natale e di un felice anno nuovo.

 

'A JATTA

di Cinzia Pierangelini

Edizioni GBM

www.gbm.me.it

Narrativa romanzo

Pagg. 160

ISBN: 978-88-7560-022-8

Prezzo: € 13,50

 

 

 
©2006 ArteInsieme, « 011373483 »