Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Le Agenzie Letterarie  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Il segreto di Mr. Willer, di Chicca Maralfa, edito da Les Flaneurs e recensito da Grazia Giordani 26/05/2021
 
Il segreto di Mr WillerChicca Maralfa – Les Flaneurs – Pagg. 278 - ISBN 9788831314787 – Euro 16,00



«Il segreto di Mr Willer» il nuovo noir di Chicca Maralfa: un omicidio tra amanti e social

Si uccidono anche gli influencer


L’argomento dei romanzi gialli è molto vasto ed ampiamente visitato da scrittori italiani e stranieri. Ma Chicca Maralfa, proponendoci «Il segreto di Mr Willer» (Les Flâneurs Edizioni, pp.272, euro 16) raggiunge limiti hard veramente insoliti e stuzzicanti.

Il protagonista, che usa lo pseudonimo di Mr Willer, all’anagrafe Riccardo Perrone, è uno spregiudicato e combattivo conduttore di successo su Twitch con una folla di follower al seguito. La sua spregiudicatezza e il suo essere pronto a tutto lo hanno reso il più importante opinionista nazionale della rete.

Il suo canale web si chiama Babilonia , nome che già ci fa pensare come il nostro protagonista peschi nel fondo delle nefandezze, navigando nel torbido della vita. In realtà, noi lo conosciamo di fama postuma, ovvero ucciso in maniera rocambolesca. Si era fatto troppi nemici questo conduttore senza scrupoli, dichiaratamente omofobo, No Wax, sempre controcorrente aveva tanti ammiratori quanti detrattori.

Simpatizziamo subito per Natali che si trova tra le mani una questione di lana caprina. In effetti Riccardo Perrone, alias Mr Willer, era stato il primo marito di sua cognata Sofia, sorella gemella della moglie Clara. Le due sorelle erano attaccatissime l’una all’altra. Per il pubblico ministero non sarà certo compito facile dare la notizia dello squallido omicidio prima alla moglie e poi alla cognata. Emergeranno elementi molto torbidi e sconcertanti. Dopo il divorzio, Sofia aveva continuato ad avere rapporti sessuali con l’ex marito e anche Clara non si era tenuta da parte.

Certo è che i romanzi noir non si raccontano si leggono. La scrittura di Chicca Maralfa è molto coinvolgente. Dipinge i caratteri con penna incisiva.

Toccherà al pubblico ministero Roberto Natali, il personaggio più umano e simpatico del romanzo, il gravoso compito di dover indagare sulla morte del celebre conduttore.

a e sicura. Ci saremmo forse aspettati un epilogo più diretto e meno contorto. Superfluo sottolineare che non riveliamo il nome dell’omicida, ma crediamo giusto sottolineare il talento dell’autrice, barese, giornalista, responsabile dell’ufficio stampa di Unioncamera Puglia. Appassionata di musica rock. Ha collaborato con importanti testate. Ha alle spalle racconti e romanzi pubblicati con successo. Con Les Flâneurs Edizioni ha pubblicato (2018) la black comedy “Festa al trullol” che è diventata una best pratice di lancio editoriale sul web e i social.


Grazia Giordani

 
©2006 ArteInsieme, « 011176504 »