Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Maria Antonietta. Una vita involontariamente eroica, di Stefan Zweig, edito da Castelvecchi e recensito da Laura Vargiu 30/07/2023
 

Maria Antonietta. Una vita involontariamente eroica - Stefan Zweig - Castelvecchi - Pagg. 428 - ISBN 9788876158841 - Euro 19,50



Dalla Hofburg di Vienna alla Conciergerie di Parigi



╚ stata una lettura davvero molto interessante e appassionante, quella offerta dal saggio biografico che Stefan Zweig dedic˛ a Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena (1755-1793), regina di Francia e moglie di Luigi XVI.
Pubblicata nel 1932, tale opera del celebre autore austriaco si basa - come lui stesso ci tiene a sottolineare nella sua lunga nota finale - sulla documentazione ritenuta storicamente affidabile che emerge dalla sovrabbondanza di materiale saltato fuori all'improvviso molto probabilmente per trarne lucro (lettere falsificate, memorie di cameriere, personale di servizio a vario titolo, etc.). Il ritratto che scaturisce da queste pagine Ŕ quello di una donna che scoprý di essere regina quando ormai non lo era pi¨. Al pari di innumerevoli sovrane per nulla famose, la figura di Maria Antonietta, infatti, non avrebbe lasciato traccia nella Storia se non le fosse toccato un epilogo tanto drammatico; frivola e mediocre, non dedita a letture e restia a prestare attenzione alle questioni serie e importanti, questa figlia della grande Maria Teresa d'Austria non fu, per gran parte della sua breve vita, neanche la lontana ombra della figura materna.
Maria Antonietta, "questa bimba troppo presto venduta alla politica", si ritrov˛ suo malgrado a vivere per davvero un'esistenza involontariamente eroica a partire dal 1789, quando, abbandonata da consanguinei e aristocratici, dagli sfarzi di Versailles precipit˛ a poco a poco negli abissi pi¨ cupi della Rivoluzione che avrebbe finito per reclamare a gran voce la sua testa e quella del consorte. Libro consigliatissimo!


Laura Vargiu

 
©2006 ArteInsieme, « 013554724 »