Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  La stanza di Thérèse, di Francesco D’Isa, edito da Tunuè e recensito da Katia Ciarrocchi 30/08/2023
 

La stanza di Thérèse - Francesco D´Isa - Tunuè - Pagg. 117 - ISBN 9788867901012 - Euro 12,00



"La stanza di Therese" di Francesco D´Isa segue la storia di una giovane donna, Therese, che abbandona lavoro e affetti per rinchiudersi in una stanza d´albergo e risolvere l´enigma che l´ha assillata fin dalla giovane età: la natura dell´infinito.
Therese lavora convulsamente a una lettera indirizzata alla sorella, gremita di ritagli, fotografie, diagrammi, schizzi e correzioni che punteggiano un testo insieme limpido, poetico e riflessivo.
Il romanzo è un ibrido di confessione privata e pamphlet filosofico, giallo a chiave e libro illustrato, che racconta la storia di una donna in profonda tensione esistenziale, alla ricerca di Dio, il paradosso e la forma dell´infinito. Therese si preoccupa di dettagli apparentemente banali come un temperamatite, un bicchiere o un rossetto, ma allo stesso tempo vive una profonda ricerca della verità e della conoscenza umana.
La scelta di utilizzare la forma epistolare e di integrare disegni all´interno del romanzo rende la lettura coinvolgente e stimolante, invitando il lettore a entrare nella mente di Therese e a riflettere sulla natura dell´infinito e della conoscenza umana, sulla natura dell´essere umano e sulle domande che ci pongono di fronte all´infinito.
Therese rappresenta l´aspetto filosofico del romanzo, mentre la sorella incarna l´aspetto pragmatico e concreto della vita, in questo modo, il romanzo ci invita a trovare un equilibrio tra la ricerca della verità e la necessità di vivere nel mondo reale.
La scrittura di Francesco D´Isa e la sua capacità di utilizzare diverse forme di espressione rendono la lettura del romanzo coinvolgente e stimolante, invitando a riflettere su ciò che non ha limiti o confini e sulla ricerca della verità. Consiglio vivamente  "La stanza di Therese"  soprattutto, ma non solo, per la narrativa sperimentale.



Katia Ciarrocchi


www.liberolibro.it


 
©2006 ArteInsieme, « 014127516 »