Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  Diario di una stalker mancata, di Francesca Innocenzi, edito da Progetto Cultura e recensito da Katia Ciarrocchi 18/10/2023
 

Diario di una stalker mancata - Francesca Innocenzi - Progetto Cultura - Pagg. 88 - ISBN 9788833564326 - Euro 12,00



"Diario di una Stalker Mancata" di Francesca Innocenzi è un romanzo che tenta di esplorare le complesse dinamiche dell´amore non corrisposto e delle emozioni umane, ma purtroppo non riesce a raggiungere pienamente il suo obiettivo; l´opera presenta molte lacune che ne limitano l´interesse e l´impatto complessivo.
Una delle sfide principali del romanzo è rappresentata dalla caratterizzazione dei personaggi: la protagonista, appare spesso ambivalente nei sentimenti e le sue azioni risultano poco coerenti.

Questo rende difficile per il lettore empatizzare con lei o comprendere le sue motivazioni, anche gli altri personaggi mancano di profondità e risultano a tratti stereotipati, limitando la ricchezza delle relazioni interpersonali.
La struttura narrativa del libro contribuisce a rendere la lettura frammentaria e disorientante. Salti temporali frequenti e digressioni sconnesse interrompono il flusso della storia, rendendo difficile seguire il filo conduttore. Questa mancanza di fluidità rallenta il ritmo del romanzo e ne compromette la coerenza.
La scrittura dell´autrice, sebbene cerchi di essere riflessiva e profonda, risulta a tratti artificiosa e poco naturale; i dialoghi spesso suonano forzati e non riescono a catturare l´autenticità delle conversazioni reali. Inoltre, le riflessioni sulla vita e sull´amore inserite nel testo sembrano incastrate in modo innaturale e non sempre si integrano bene nella narrazione.
Il titolo "Diario di una Stalker Mancata" promette una storia di suspense e tensione emotiva, ma l´opera non riesce a mantenere questa promessa, la trama non riesce a generare un coinvolgimento emotivo profondo e il lettore potrebbe sentirsi distante dai conflitti interiori dei personaggi.

Ho imparato una volta di più che il sentimento e l´attrazione contano, ma altrettanto conta il bisogno di realtà; che l´innamoramento può essere una droga, e quando ti accorgi che fa male è bene estirparlo prima che la dipendenza metta radici. (pag. 85)


Katia Ciarrocchi


www.liberolibro.it


 
©2006 ArteInsieme, « 014315340 »