Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Generica  »  Dopo la battaglia 05/04/2022
 
Dopo la battaglia

di Renzo Montagnoli



Ora è silenzio, dopo tanto clangore,

case sventrate, muri sbrecciati,

finestre divelte come orbite vuote

di un insepolto che sembra cercar la luce.


Lì vivevano tante famiglie, mamme, papà

e bambini chiassosi, lì si leggeva, si mangiava,

si dormiva, si faceva l’amore e anche

si sognava un mondo migliore oggi


ancor più lontano mentre da un tubo divelto

scende un filo d’acqua le lacrime di una città

che non c’è più, di strade un tempo affollate

e invece adesso ingombre di macerie.


Un cavo penzola da un lampione, un tram

è accartocciato su se stesso, nel parco

solo alberi caduti, niente è rimasto in piedi.

Passato è il furore, il delirio di sangue,


che tutto ha strappato, che ogni cosa ha

distrutto, che tante vite ha privato.

Resta solo il silenzio di un mondo ormai morto

ma aggrappati ai quei muri avvinghiati ai tralicci


ci sono ancora i sogni, quelli dei giochi di un bimbo,

quelli di un bacio bramato da due innamorati,

il pensiero di una mamma che culla il suo bambino,

sono lì sospesi in attesa di un ritorno


sono la speranza di un’alba di pace.


Da La pietà


 
©2006 ArteInsieme, « 012412320 »