Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Generica  D'Amore  Epica  Nuovi percorsi espressivi  Acrostici  Un paese tra i monti 

  Poesie  »  Generica  »  La lettera d’amore 15/11/2022
 
La lettera d’amore

di Renzo Montagnoli



Una vecchia cassapanca

in soffitta, un giorno di

pioggia, la noia che spinge

a curiosare, a metter le mani


su cose antiche ed ecco allora

fra abiti fuori moda e cappelli

sgualciti un pacco di buste

azzurrine strette da un nastrino


ormai incolore che subito strappo.

Nessun destinatario, ma dentro

ci sono fogli che tremante apro

forse scoprirò un lontano segreto


Amore mio, sono in navigazione

verso l’Africa, verso la guerra,

ti penso sempre e ovunque ti vedo,

nelle albe radiose sul mare,


nei tramonti che fanno sognare,

indovino il tuo viso nelle onde spumose,

m’illudo che il vento mi porti la tua voce,

di notte ti sento a me vicina.


E poi la grafia diventa incerta, non capisco,

un po’ l’inchiostro s’è perso,

forse lacrime sono scivolate sulla carta

c’è infatti una sbavatura prima di un saluto


un ti amo più volte ripetuto che stringe

il cuore perché ho capito chi scrive.

Lui partì per la guerra e mai più tornò.

Il dolore può fare anche impazzire


e lei che l’attese invano immaginò

un’ultima lettera, il commiato

di chi si è tanto amato,

un estremo saluto


solo così arrivato.



Da La pietà








 
©2006 ArteInsieme, « 012411430 »