Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Recensioni  »  La voce del fuoco, di Ben Pastor, edito da Frassinelli 03/01/2023
 
La voce del fuoco

di Ben Pastor

Frassinelli Editore

Narrativa

Pagg. XVI-363

ISBN 9788876849916

Prezzo Euro 17,00



Fra miracoli e delitti



Con Il ladro d’acqua Ben Pastor ha inaugurato una nuova serie con un protagonista di indubbia caratura, perché questo ufficiale romano, non romano d’origine, ma fedelissimo ai principi della Caput mundi, sta riuscendo nel compito non certo facile di sostituire nel cuore dei lettori il personaggio tormentato di Martin von Bora. Certo Elio Sparziano è un personaggio diverso, un uomo che pur saldo nei principi è tormentato dall’inconscio desiderio di crearsi una famiglia sua, un sogno che inevitabilmente cozza con la vita in continuo movimento di un fidato consigliere dell’imperatore Diocleziano. E poi è troppo interessato a cercare sempre di conoscere la verità, anche quando questo lavoro di indagine può mettere a repentaglio la sua stessa esistenza.

Con La voce del fuoco siamo nell’anno 304 d.C. e nei confini dell’impero si aggira uno strano individuo, di nome Agnus, ma conosciuto dai cristiani come la Voce del fuoco. Costui continua a compiere prodigi, risanando ammalati e, ridando la vista ai ciechi; dopo tutta questa serie di miracoli arriva addirittura all’apoteosi resuscitando un morto, che tuttavia, dopo alcuni giorni, schiatta di nuovo e questa vota irrimediabilmente. E’ un’occasione ghiotta per Elio Sparziano, che ovviamente sente puzza di bruciato e che inizia a indagare. Si sposta, per servizio, a Milano e anche qui accadono strani e inspiegabili omicidi in ordine ai quali è invitato perentoriamente da Sido, capo della locale polizia, di non impicciarsi. Ci vuole ben altro per dissuadere Elio, tanto più che corre il rischio di essere ammazzato da alcuni sicari. Qui mi fermo, perché la vicenda, molto appassionante, è intricata e correrei il rischio, oltre che di dovermi dilungare eccessivamente, di svelare in anticipo troppe cose, rendendo così meno interessante il romanzo. Aggiungo solo che le prime impressioni su cui Sparziano si è basato per indagare si riveleranno fallaci; tuttavia, ancora una volta verrà a capo di questo giallo che oserei definire atipico, ma che riserva non poche emozioni a chi leggerà.

Ben Pastor non si smentisce, capace come è di costruire trame complicate, ma che conducono a soluzioni logiche, il tutto, come sempre, accompagnato dallo stile pulito e assai gradevole della scrittrice, italiana d’origine, ma americana di adozione.

Da leggere, quindi, senza il minimo dubbio.



Ben Pastor scrittrice italo americana, all'anagrafe Maria Verbena Volpi, nata a Roma il 4 marzo 1950, ma trasferitasi ben presto negli Stati Uniti, ha insegnato Scienze sociali presso le università dell'Ohio, dell'Illinois e del Vermont. Oltre a Lumen, Luna bugiarda, Kaputt Mundi, La canzone del cavaliere, Il morto in piazza, La Venere di Salò,  Il cielo di stagno, - ovvero il ciclo del soldato-detective Martin Bora (pubblicati da Hobby&Work a partire dal 2001 e poi da Sellerio) - è autrice di I misteri di Praga (2002), La camera dello scirocco, omaggi in giallo alla cultura mitteleuropea di Kafka e Roth (Hobby &Work), nonché de Il ladro d'acqua (Frassinelli 2007), La voce del fuoco (Frassinelli 2008), Le vergini di pietra La traccia del vento (Hobby & Work 2012), una serie di quattro thriller ambientata nel IV secolo dopo Cristo.
Nel 2006 ha vinto il Premio Internazionale Saturno d'oro come migliore scrittrice di romanzi storici.

Le sue opere sono pubblicate negli Stati Uniti e in numerosi Paesi europei.
Un suo racconto è incluso nell'antologia Un Natale in giallo (Sellerio 2011).
Nel 2014 esce La strada per Itaca (Sellerio) e nel 2020 Il ladro d'acqua (Mondadori).


Renzo Montagnoli

 
©2006 ArteInsieme, « 012613619 »