Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  L’arduo mestiere del poeta, di Patrizio Spinelli 20/06/2022
 
L’arduo mestiere del poeta

di Patrizio Spinelli



Com’è duro fare il poeta,
(ammesso che io lo sia),
-perdonatemi in questa
occasione,
la mia immodestia,
e la mia presunzione!-
Com’è duro fare il poeta,
confidando e affidando
alle parole, il compito
di fissare per l’eternità
l’intensità
d’una vibrante emozione,
la folgorante felicità
di un amore,
la gioia e la tristezza
la sobrietà e l’ebbrezza
e altri mille pensieri dispersi
un po’ alla rinfusa
nella sua mente e nel suo cuore,
e condensati in versi
ispirato dalla sua Musa.
Scusatelo il poeta,
se talvolta il suo sermo
è un po’ ridondante
claudicante o malfermo,
se è un po’ sbiadito,
se non è danzante e spedito,
o leggermente incolore,
se non manda d’acchito
un certo calore,
come le calde primavere,
ma dovete capire,
non è facile
il suo mestiere!!!

 
©2006 ArteInsieme, « 011940236 »