Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  La tovaglia di lino bianco, di Tiziana Monari 24/01/2023
 
La tovaglia di lino bianco

di Tiziana Monari



Ombre, ricordi, l’erba, il silenzio, gli steli nel vento

era così lungo l’autunno

e le castagne celate dalla luce

nell’assonnato limbo del bosco

stavano abbracciate ad un brivido di foglie


e poi quel frullo d’ali tra le zolle

l’azzurro chiaro del mattino

un alito di vita antico


ed il camminare lento

la via che seguiva il ciglio sopra i fossi

le chiome maestose dei castagni

il muschio, il pruno,l’elleboro

e la poiana che si alzava in volo.


E poi il sole scendeva dietro la collina

su quella casa al crocevia del tempo

il camino con le braci accese

la tovaglia candida di lino

la vita che col dolore ci insegnava a vivere


cedevo alle lusinghe delle morbide castagne

la polpa a grana fine, l’odore umido di terra

il vino che arrossava il viso

e c’era l’accendersi lento della luna

su un amore dalle vele senza ombre.


Nel calice dell’autunno

è rimasto solo un vago sentore di malinconia

c’è il tedio dell’inverno

si perdono lacrime e carezze


tutto è superfluo

resta solo

quel tempo lontano che non sembra mai stato

e poche rose rosse nel giardino

che forse fioriranno a primavera.


 
©2006 ArteInsieme, « 012613484 »