Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
News  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Libri e interviste  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia  Poesie di Natale  Racconti di Natale 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Non esiste solitudine senza eco, di Giuseppe Carlo Airaghi 18/03/2023
 

Non esiste solitudine senza eco

di Giuseppe Carlo Airaghi



Non esiste solitudine senza eco.

Ovunque ci accompagna il rimorso

del passato oppure il rimpianto


che non dà meno dolore, il rombo

di un temporale lontano, un vento

che non sgombra il cielo in allarme.


Le sere d’inverno duravano anni,

troppo vaste per poterle varcare

senza pagarne il prezzo per intero.


Di molte sono stato spettatore.

Il tramonto era un sipario calato

sopra una recita senza finale.


Come spesso accade qualcuno balla

e qualcuno addossato alla parete

fissa un punto cieco nella stanza.


Con il bicchiere vuoto tra le mani.

La conversazione langue. Le cose

da dire hanno scarsa importanza.


Abbandonare la stanza è un’opzione

non contemplata dalle buone maniere.

A me parve non restasse altra scelta.


Da Monologo dell’angelo caduto (Fara, 2022)

 
©2006 ArteInsieme, « 014056077 »