Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Editoriali  
 
Scritti di altri autori  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
  Poesie  Narrativa  Poesie in vernacolo  Narrativa in vernacolo  I maestri della poesia 

  Scritti di altri autori  »  Poesie  »  Pensavi che il tempo fosse una retta, di Giuseppe Carlo Airaghi 11/09/2023
 

Pensavi che il tempo fosse una retta

di Giuseppe Carlo Airaghi



Pensavi il tempo fosse una retta

chiusa tra un inizio e una fine.

Il tempo non va da nessuna parte,


non si arresta. Il presente Ŕ un punto

in continuo movimento, effimero

e immenso. Porta con sÚ l┤universo.


Tutte le vite precedenti trovano posto

nel susseguirsi infinito dei secoli,

perse nelle omissioni della Storia.


Da Monologo dell┤angelo caduto (Fara, 2022)

 
©2006 ArteInsieme, « 013319444 »