Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Il cinema dei fratelli Vanzina, di Gordiano Lupi, Davide Magnisi, Michele Bergantin - Edizioni Il Foglio 12/01/2022
 
Il cinema dei fratelli Vanzina

di Gordiano Lupi, Davide Magnisi, Michele Bergantin

Edizioni Il Foglio

Saggistica cinematografica

Pagg. 496

ISBN 9788876068881

Prezzo Euro 20,00



I fratelli Vanzina sono stati un marchio di fabbrica per gli spettatori che li hanno amati e seguiti e per la critica che ne ha stigmatizzato la superficialità e la propensione esclusivamente commerciale del loro cinema. Il libro analizza tutta la loro filmografia che, anno dopo anno, tra grandi incassi e critiche sprezzanti, ha costruito una fenomenologia dell’Italia, raccontando 40 anni del nostro Paese, tra tic e manie, mode e corruzione, velleità di ricchezza e una pervasiva volgarità sempre più specchio dei nostri tempi. Un volume corale grazie alle voci delle decine di attori che hanno reso di culto popolare il loro cinema, da Claudio Amendola a Enrico Brignano, da Ezio Greggio a Carol Alt, da Massimo Ghini a Vincenzo Salemme, con una testimonianza dello stesso Enrico Vanzina e di colleghi registi come Luca Guadagnino e Gabriele Mainetti, di produttori, critici e amici come Maurizio Costanzo e Walter Veltroni.

 

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Tra i molti lavori editi, ricordiamo: Nero TropicaleCuba MagicaAlmeno il pane FidelFellini - A cinema greatmasterFame - Una terribile ereditàStoria del cinema horror italiano in cinque volumi, Soprassediamo! - Franco & Ciccio Story. Ha tradotto La ninfa incostante di Guillermo Cabrera Infante (Sur, 2012). I suoi romanzi più recenti sono: Calcio e acciaio - Dimenticare PiombinoMiracolo a Piombino - Storia di Marco e di un gabbianoe Sogni e altiforni - Piombino Trani senza ritorno (presentati al Premio Strega 2014, 2016, 2019). Lavori recenti a tema cinematografico: Tutto Avati - Il cinema di Pupi Avati e Il cinema rovente di Umberto Lenzi. Blog di cinema: La Cineteca di Caino (http://cinetecadicaino.blogspot.it/). Blog di cultura cubana e letteratura: Ser Cultos para ser libres (http://gordianol.blogspot.it/). Pagine web: www.infol.it/lupi. E-mail per contatti: lupi@infol.it

 

Davide Magnisi, docente e critico cinematografico, ha collaborato con quotidiani, riviste, siti internet e rassegne cinematografiche. Ha pubblicato due volumi su Stanley Kubrick (Gli orizzonti del cinema di Stanley Kubrick, 2003; Il dottor Stranamore, 2020), due su Fernando di Leo (Di Leo calibro 9, 2017; Il cinema di Fernando di Leo, 2017), uno su Sam Mendes (Sam Mendes. Da Shakespeare a Bond, 2018), uno su Ruggero Deodato (Cannibal Ballad, 2019) e uno su Umberto Lenzi (Il cinema rovente di Umberto Lenzi, 2021), oltre ad aver preso parte a numerosi libri collettanei (tra cui, Cineasti di Puglia, 2006-2007; Riccardo Cucciolla,2012;Il cinema di Domenico Paolella,2014; Il cinema di Paul Verhoven, 2021). È, inoltre, membro del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e della Fipresci.

 

Michele Bergantin è nato a Rovigo (RO) nel 1987. Si è laureato presso il DAMS di Bologna. Per le Edizioni Il Foglio nel 2017 ha partecipato alla realizzazione del volume collettaneo Pupi Avati. Il cinema dalle finestre che ridono curato da Luca Servini ed ha scritto insieme a Gordiano Lupi la monografia Tutto Avati pubblicata da Edizioni Il Foglio – La cineteca di Caino nel 2018 in occasione dei cinquant’anni di carriera del Maestro bolognese.


 
©2006 ArteInsieme, « 011470154 »