Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  La vita nel pozzo. La tormentata storia del medico italiano che per primo al mondo scoprý il potere degli antibiotici, di Daniela Lombardi - Prospettiva Editrice 29/04/2022
 
La vita nel pozzo.

La tormentata storia del medico italiano che per primo al mondo scoprì il potere degli antibiotici

di Daniela Lombardi

Prospettiva Editrice

Biografia

Pagg. 78

ISBN 9791259610164

Prezzo Euro 14,00



La scoperta consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare ciò che nessuno ha pensato”, diceva il grande scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgyi. La vita del medico Vincenzo Tiberio, vero precursore degli studi che avrebbero portato a salvare l’umanità da tante terribili malattie attraverso l’uso degli antibiotici, è stata una continua dimostrazione di quanta verità contenga tale affermazione. Il pozzo della casa di Arzano dove Tiberio veniva ospitato dagli zii per poter studiare medicina a Napoli, probabilmente, era stato guardato con distrazione da decine di persone. Gli stessi abitanti della casa, i parenti in visita, i domestici, gli operai che periodicamente venivano chiamati per ripulirlo. Vincenzo fu l’unico, però, a intuire che quella struttura, la cui massima importanza fino ad allora era stata quella di fornire acqua alla famiglia che ne era proprietaria, contenesse un segreto che era sfuggito ai più: quello di rendere possibile la cura di mali che tra Ottocento e Novecento stavano falciando migliaia di vite. Quel segreto che si era svelato solo ai suoi occhi attenti, lo ossessionerà per tutta la vita. Il dolore di non aver potuto far comprendere al mondo, a causa di un ambiente universitario ostile e cieco, quale opportunità avrebbe perso chi non sapeva “ascoltare” la voce che proveniva dal fondo del pozzo, lo accompagnerà sempre.



Daniela Lombardi, inviata di guerra per le maggiori testate italiane, ha realizzato reportage da diverse aree di crisi come Afghanistan, Iraq, Israele, Libano, Niger, Nordafrica, Kosovo ed Ucraina. Durante la sua attività, svolta sia come embedded (al seguito del contingente militare italiano delle missioni Onu e Nato), sia come not embedded, ha pubblicato diversi libri ispirati ai protagonisti di conflitti attuali e del passato. Le sue precedenti pubblicazioni sono “Ti prometto che torno”, storia dei paracadutisti della Folgore che hanno perso la vita durante la missione in Afghanistan, “Il mio dovere l’ho fatto”, saggio storico basato su documenti - fino ad allora inediti - inerenti il sacrificio del vicebrigadiere dei Carabinieri Salvo D’Acquisto e “Quel salto fuori dal buio”, suo primo romanzo, tratto dalle testimonianze di ragazzi afghani rapiti dai talebani con l’obiettivo dell’indottrinamento.

 
©2006 ArteInsieme, « 011834583 »