Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Il re ai confini del mondo, di Arthur Phillips - Fazi Editore 01/05/2022
 
Il re ai confini del mondo

di Arthur Phillips

Fazi Editore

Narrativa

Pagg. 350

ISBN 9788893258722

Prezzo Euro 18,50






Traduzione di Silvia Castoldi



Inghilterra, 1601. La regina Elisabetta I è in fin di vita. Non ha avuto figli: il suo è un regno privo di erede, e i potenziali successori cominciano a tramare. Il trono spetterebbe a Giacomo VI di Scozia, ma a corte si vocifera che il re nasconda qualcosa. Ha tutte le ragioni per affermare di essere protestante, ma se segretamente condivide il cattolicesimo della sua famiglia, allora quarant’anni di guerra di religione saranno stati inutili. È un rischio che il paese non può permettersi. Qual è, quindi, la vera fede di Giacomo VI? A Geoffrey Belloc, tra i più abili collaboratori della corona, viene affidato il compito di ideare un test per scoprirlo. Belloc arruola Mahmoud Ezzedine, un medico musulmano rimasto in Inghilterra dopo l’ultima visita diplomatica dell’impero ottomano, come suo agente sotto copertura. È l’uomo perfetto per il lavoro: è un outsider, bloccato da anni su quell’isola fredda, umida e primitiva. Pur di riabbracciare la moglie e il figlio è disposto a tutto.
Una scrittura superba, una caratterizzazione psicologica acuta e una trama perfettamente congegnata fanno di 
Il re ai confini del mondo un magistrale romanzo storico e al tempo stesso un avvincente romanzo di spionaggio, in cui ogni personaggio gioca la sua partita su tavoli diversi, cercando di anticipare gli altri e scrivendo, mossa dopo mossa, il copione della Storia.



«A tratti evoca Hilary Mantel, John le Carré e Graham Greene, ma la trama insidiosa che lo trascina è puro Arthur Phillips».
«The Wall Street Journal»


«In Il re ai confini del mondo i fan di Arthur Phillips riconosceranno – e i nuovi lettori saranno felici di scoprire – il coinvolgente mix di erudizione, brio e sentimento. Phillips è unico, e in ottima forma».
Jennifer Egan


«Uno dei migliori scrittori d’America».
«The Washington Post»


«Una nuova, grande performance… Fa pensare al magistrale Wolf Hall di Hilary Mantel, ma forse in modo ancora più evidente ai romanzi di Graham Greene… Una rara combinazione di finezza letteraria e trama avvincente, un altro trionfo di Arthur Phillips».
«Kirkus Reviews»


«Phillips ricostruisce un’epoca in maniera magistrale e infarcisce la narrazione di colpi di scena sorprendenti. Questo romanzo intelligente e sinuoso ricorda i drammi storici di Hilary Mantel e i thriller di John le Carré, e risuonerà nella mente dei lettori».
«Publishers Weekly»




Arthur Phillips, scrittore americano acclamato dalla critica, premiato da vendite bestseller e tradotto in ventisette lingue, è nato a Minneapolis e ha studiato ad Harvard. Prima di dedicarsi alla narrativa, è stato attore in tenera età, poi musicista jazz, speechwriter e imprenditore. Il re ai confini del mondo è il suo ultimo romanzo, incluso tra i migliori libri dell’anno da «The New York Times Book Review» e «The Washington Post». Ha vissuto a Budapest e a Parigi e oggi vive a Los Angeles.


 
©2006 ArteInsieme, « 011834376 »