Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Freschi di stampa  »  Il vizio del silenzio, di Clare Azzopardi - Edizioni Mesogea 23/06/2022
 
Il vizio del silenzio

di Clare Azzopardi

Edizioni Mesogea

Narrativa

Pagg. 296

ISBN 9788846930125

Prezzo Euro 19,50




«La paura conviene»
«Diventa un vizio»
«Come il silenzio»
«Per riempire il vuoto»
«Con qualcosa bisogna colmarlo, no?».



A metà strada tra giallo mediterraneo e lessico familiare, Il vizio del silenzio si svolge a Malta, in «un travagliato periodo di violenza e lotta politica su cui restano ancora tante ombre», tra gli anni Ottanta e i giorni nostri. Le vicende narrate si snodano intorno alla ricostruzione di due omicidi e a quella parallela di un legame tra madre e figlia bruscamente interrotto. Alla morte del padre, infatti, Amanda si presenta alla porta della madre, Emma Barbàra, che li ha abbandonati subito dopo l’assassinio della sorella gemella, Catherine Penza, autrice molto popolare dei gialli di cui è protagonista l’ispettore Dennis Castillo. A partire da questo incontro, Amanda si ritrova a fare i conti con una memoria dolente e un presente complicato che la spingono a cercare di risalire alla verità sulla morte della zia scrittrice e sulla nuova scomparsa dell’enigmatica madre; un impegno quotidiano che si rivelerà per lei determinante, tanto più dopo il ritrovamento del manoscritto dell’ultimo romanzo della serie di Castillo a cui Catherine aveva lavorato fino al giorno fatale dell’attentato. La storia di Amanda Barbàra − scrive Adrian Grima nella nota che accompagna l’esordio in italiano di una delle più importanti autrici maltesi − è come se «rispecchiasse, in fondo, la storia di Malta, almeno come la percepiamo noi: quella di un piccolo Stato che spesso fa fatica a misurarsi sia con il suo passato che con il suo presente, ma che intanto non può che continuare ad andare avanti».

Un libro agile e coinvolgente. Un’occasione da non perdere per scoprire una letteratura, quella maltese, a tutt’oggi poco conosciuta dai lettori italiani.

Un libro che non può mancare a:
lettori e studiosi di letterature dei paesi del Mediterraneo;
appassionati di ‘giallo mediterraneo’ e di scritture femminili;
chi non ha mai letto un romanzo maltese in italiano e chi li ha letti tutti meno questo.


Clare Azzopardi (1977), scrittrice di racconti − molti dei quali per bambini − tradotti in diverse lingue, dirige il dipartimento di Maltese presso l’Università di Malta Junior College ed è stata per molti anni tra i membri più attivi di Inizjamed, una Ong impegnata nella promozione della letteratura a Malta e all’estero. Oltre a Il vizio del silenzio, suo primo romanzo, pubblicato a Malta nel 2018, è autrice di testi teatrali e di due raccolte di racconti cui è stato assegnato il National Book Prize for Literature: Il-Linja l-Ħadra [La linea verde, 2006] e Kulħadd Ħalla Isem Warajh [Ciascuna s’è lasciata dietro un nome, 2014].
Da questo romanzo sarà presto tratto un film.


 
©2006 ArteInsieme, « 011940265 »