Area riservata

Ricerca  
 
Siti amici  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Editoriali  
 
Scritti di altri autori  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  News  »  1 Concorso Letterario Vincenzo Giustiniani 2023 - scadenza 31 luglio 2023 16/04/2023
 

1° Concorso Letterario Vincenzo Giustiniani 2023



Art. 1 – Il Concorso

L’Accademia Internazionale di Lettere Arti e Scienze Vincenzo Giustiniani – Ente di Promozione Sociale, iscritta al RUNTS (da qui in avanti “Accademia”) indice il “ Concorso Letterario Vincenzo Giustiniani 2023” (da qui in avanti “Concorso”) con l’obiettivo di premiare opere letterarie inedite: poesie, romanzi, racconti, saggi scientifici, storici e/o artistici, riferibili alla vita del marchese Vincenzo Giustiniani (Chios, 13 settembre 1564 – Roma, 27 dicembre 1637), ai suoi scritti (“discorsi”), alla sua collezione artistica, ai luoghi dove ha vissuto ed al contesto storico e culturale della sua epoca.

Lo svolgimento del Concorso è disciplinato dagli articoli seguenti.

Art. 2 – Destinatari e Sezioni del Concorso

Il Concorso, diretto ad autori italiani e stranieri maggiorenni, è riservato alle opere in lingua italiana.

Il Concorso si articola nelle seguenti sezioni:

Sezione A: Racconti Brevi Inediti, massimo 20mila caratteri spazi inclusi Sezione B: Poesia IneditaSezione C: Saggio scientifico, storico e/o artistico inedito o parzialmente inedito.

È possibile partecipare a più sezioni, contribuendo con un massimo di una sola iscrizione e opera per ciascuna sezione.

Art.3 – Modalità di partecipazione

Sezione A: Racconti Brevi inediti

Si partecipa con opere inedite, ovvero senza editore e senza codice ISBN. L’autopubblicazione (o self-publishing o autoedizione) con codice ISBN è da considerarsi narrativa edita. L’autore, iscrivendo l’opera come inedita, assicura che questa resti inedita per l’intera durata del premio, pena l’esclusione dal concorso. L’opera può comunque essere già stata presentata ad altri concorsi. Va rispettato il numero di battute di massimo 20mila caratteri (con una minima tolleranza a discrezione della Giuria).

Sezione B: Poesia Inedita

Si partecipa con opere inedite, come per il punto 1), la lunghezza è libera.

Sezione C: Saggio scientifico, storico e/o artistico inedito o parzialmente inedito

Si partecipa con un’opera inedita, come per il punto 1), o che contenga almeno in parte argomenti o fatti inediti. La lunghezza è libera, con una raccomandazione (non l’obbligo) di rimanere in un ambito di lunghezza di circa 20mila caratteri esclusi eventuali elaborati grafici o immagini. Il partecipante dichiara sotto la sua responsabilità che l’opera presentata abbia eventualmente tutte le autorizzazioni di Legge e di copyright (comprese le immagini).

Tutte le opere presentate dovranno rispettare il tema descritto nell’articolo 5 “ambito del concorso”.

Le opere non dovranno contenere elementi razzisti, pornografici, blasfemi o d’incitamento all’odio, alla violenza, all’omofobia e alla discriminazione di alcun tipo.

Art.4 – Termini di partecipazione

Il termine per la partecipazione al Concorso è il 31 luglio 2023.

Per partecipare al concorso ogni concorrente dovrà inviare:

–          Una copia digitale dell’opera in formato word o pdf (non sono accettati altri formati, non è accettato il formato cartaceo), il nome del file sarà quello dell’opera, all’interno non dovrà contenere riferimenti al nome dell’autore per garantire una valutazione “anonima” delle stesse.

–          Modulo compilato e firmato di richiesta di iscrizione al “Concorso”, comprensivo della dichiarazione ai fini della Privacy.

L’autore potrà aggiungere facoltativamente: una breve sinossi dell’opera e un suo CV in formato libero.

Non è previsto un contributo di partecipazione, l’iscrizione al concorso è gratuita.

Il materiale presentato non verrà restituito.

L’indirizzo per l’invio del materiale è il seguente:  accademia.giustiniani@gmail.com

L’Accademia ha l’intenzione, e non l’obbligo, di curare altresì la pubblicazione in unico volume delle opere dei vincitori, con la stampa di almeno 100 copie, fuori commercio, di cui una sarà inviata ai primi tre classificati di ogni categoria.

Le opere digitali dei concorrenti, verranno conservate per il tempo necessario alla realizzazione delle varie fasi del Concorso e non verrà mai fatta diffusione ad eccezione dell’eventuale pubblicazione del volume delle opere dei vincitori.

Art. 5 – Ambito del concorso

L’ambito del “Concorso” è rappresentato da tutto ciò che possa far riferimento all’eclettica figura del marchese Vincenzo Giustiniani (Chios-Grecia, 13 settembre 1564 – Roma, 27 dicembre 1637). Gli obiettivi del Concorso sono: premiare gli Autori e le opere più meritevoli, promuovere il talento e diffondere la cultura e la scienza.

Possono partecipare al Concorso tutte le opere riferibili: alla vita del marchese Vincenzo Giustiniani[1], di famiglia Genovese e vissuto a Roma a cavallo del XVI e XVII secolo, ai suoi scritti (“discorsi”)[2], alla sua collezione artistica[3], ai luoghi dove ha vissuto[4] e al contesto storico e culturale dell’epoca[5], oppure che facciano riferimento a questo mondo, quali ambientazioni prevalenti dell’opera, lasciando ai concorrenti la più ampia interpretazione. In ogni caso sarà sempre la Giuria del Concorso, a suo insindacabile giudizio, a valutare l’ammissibilità di ogni opera.

Art. 6 – Giuria e selezione delle opere

La selezione delle opere ammesse e la classifica finale per ciascuna categoria è redatta da un’apposita giuria composta da tre a cinque membri di rilevante spessore culturale e accademico che hanno accettato di far parte della giuria per mero spirito di colleganza con le finalità dell’Accademia.

La Giuria sarà presieduta dalla storica dell’Arte Federica Zalabra[6].

I nomi degli altri componenti verranno resi noti e pubblicati sulla pagina web (www.giustiniani.info/concorso), Facebook (www.facebook.com/concorsovincenzogiustiniani) e Instagram (https://www.instagram.com/concorso_vincenzogiustiniani) del concorso entro il mese di giugno 2023.

La selezione e valutazione delle opere avverrà secondo le seguenti modalità: la Giuria leggerà tutte le opere ammesse al concorso in forma anonima, e sceglierà le cinque opere giudicate migliori che costituiranno la cinquina dei finalisti, ufficialmente annunciata e divulgata almeno un mese prima della premiazione sulla pagina web (www.giustiniani.info/concorso), Facebook (www.facebook.com/concorsovincenzogiustiniani) e Instagram (https://www.instagram.com/concorso_vincenzogiustiniani) del concorso insieme alle motivazioni. Tutti i finalisti saranno comunque avvisati in tempo utile dalla segreteria del concorso.

Dalla cinquina finalista, la Giuria selezionerà il vincitore, il secondo ed il terzo classificato di ogni categoria che verranno annunciati il giorno della premiazione.

Il giudizio della giuria è insindacabile.

Art.7 – Premiazione

La premiazione avverrà nel mese di ottobre a Bassano Romano (Viterbo). Saranno premiati i primi tre autori di ogni categoria. La presenza dei cinque finalisti alla premiazione è gradita ma non obbligatoria. I finalisti saranno in ogni caso contattati dalla Segreteria del Concorso con anticipo circa la data, l’orario e il luogo della cerimonia finale.

I premi dovranno essere ritirati direttamente dagli Autori e, in caso di impedimento, da altra persona con delega scritta. I premi non ritirati verranno conservati dall’Accademia organizzatrice e potranno essere messi a disposizione per l’edizione successiva del Concorso nel caso in cui non venissero ritirati entro tre mesi dalla data della cerimonia finale.

Oltre ad un diploma di merito a tutti e cinque i finalisti delle sezioni A, B e C in gara, ai primi tre classificati di ogni sezione sarà consegnata una targa (o altro manufatto) personalizzato.

Sempre ad insindacabile giudizio della Giuria potranno esser premiate, a vario titolo, altre opere in concorso.

Art. 8 – Dichiarazione di responsabilità

Iscrivendo la propria opera al Concorso, il partecipante sottoscrive la seguente dichiarazione di responsabilità: “L’Autore dichiara che l’opera è una propria creazione originale, frutto del proprio ingegno. L’Autore è inoltre responsabile del contenuto di cui detiene i diritti ad ogni titolo”.

L’organizzatore del Concorso non si assume alcuna responsabilità circa l’autenticità delle opere. Ogni autore che presenta un’opera per la partecipazione al Concorso risponde dell’autenticità dell’opera presentata e delle conseguenze derivanti da false dichiarazioni.

I diritti delle opere iscritte rimangono dei rispettivi titolari, in nessun modo tali diritti vengono ceduti al Concorso. Le opere possono tuttavia essere utilizzate per le finalità del Concorso e unicamente nel contesto dello stesso (mostra correlata, siti web e social, iniziative informative e altre promozioni correlate). Nel caso di pubblicazione in unico o separato volume delle opere dei vincitori, gli stessi autorizzano l’Accademia alla pubblicazione esclusivamente per un’unica edizione fuori commercio e senza nessuna finalità di lucro per la tiratura di cento copie.

Art. 9 – Normativa

Per quanto qui non espressamente previsto, il presente concorso deve ritenersi disciplinato dalle norme del Codice Civile. Il concorso, in particolare, non è soggetto alla disciplina del DPR 430/2001 relativo al regolamento concernente la disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, avendo ad oggetto un’iniziativa letteraria e artistica per la quale il conferimento del premio rappresenta un riconoscimento di merito personale e un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività e, di conseguenza, opera la fattispecie di esclusione di cui all’art. 6 comma 1 lettera a) del DPR 430/2001.

 Art. 9 – Conclusioni

La partecipazione al Concorso implica l’accettazione di tutte le norme del presente regolamento che potrà essere soggetto a variazioni sulla base di necessità organizzative.

SEGRETERIA

Nel caso in cui si volesse ricevere assistenza riguardo l’iscrizione:

Segreteria del Concorso letterario Vincenzo Giustiniani

email: accademia.giustiniani@gmail.com

cellulare: 3384590863 o 3408612483

sito web del concorso: www.giustiniani.info/concorso

Pagina Facebook: www.facebook.com/concorsovincenzogiustiniani

Pagina Instagram https://www.instagram.com/concorso_vincenzogiustiniani

[1] GIUSTINIANI Vincenzo, di Simona Feci, Luca Bortolotti, Franco Bruni, in Dizionario Biografico degli Italiani – Volume 57 (2001): https://www.treccani.it/enciclopedia/vincenzo-giustiniani_%28Dizionario-Biografico%29/

[2] Discorso sopra il modo di far viaggi, Discorso con avvertimenti ad uno che viene alla corte di Roma, Discorso sopra alcune curiosità delle antichità di Roma, Discorso sopra li varij modi della pittura, Discorso sopra la scoltura, Discorso sopra le fabriche, Discorso sopra il modo di tener conversatione, Discorso sopra la musica, Discorso sopra il giuoco del pallamaglio, Discorso e dialogo tra Renzo Romano e Aniello Napolitano, Discorso sopra le nuove mura da farsi in Genova, Discorso sopra il male della podagra, Discorso sopra la caccia, Discorso sopra li cavalli, Discorso sopra li cani. https://www.academia.edu/67934088/Vincenzo_Giustiniani_Scritti_editi_e_inediti

[3] https://it.wikipedia.org/wiki/Collezione_Giustiniani

[4] Roma, Genova, Bassano Romano, Chios (Grecia)

[5] Periodo a cavallo tra il XVI e XVII secolo

[6] Attualmente Direttrice della Direzione Regionale Musei Abruzzo, direttrice del Museo Nazionale D’Abruzzo e Segretariato Regionale per l’Abruzzo, responsabile della Promozione e diffusione del patrimonio italiano all’estero per la Direzione Generale Musei del MiC, docente di Storia dell’arte moderna presso la Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Centrale per il Restauro di Roma; già direttrice della Villa Giustiniani di Bassano Romano (Vt).



 
©2006 ArteInsieme, « 013014921 »