Area riservata

Ricerca  
 
Cookies Policy  
 
Diritti d'autore  
 
Biografia  
 
News  
 
Canti celtici  
 
Il cerchio infinito  
 
Bell'Italia  
 
Poesie  
 
Racconti  
 
Scritti di altri autori  
 
Editoriali  
 
Recensioni  
 
Letteratura  
 
Libri e interviste  
 
Freschi di stampa  
 
Intervista all'autore  
 
Il mondo dell'editoria  
 
Fotografie  
 
 
 

  Letteratura  »  La dodicesima pagina, di David Liss, edito da Vintage e recensito da Katia Ciarrocchi 03/01/2023
 
La dodicesima pagina – David Liss – Vintage – ISBN 9791280466082 – Euro 18,00



Una cosa è accettare di essere impotenti nel fermare la sofferenza nel mondo, un’altra beneficiare di ciò che porta miseria agli altri.

La dodicesima pagina e uno storico-fantasy di David Liss, ambientato in un’Inghilterra che sta affrontando un cambiamento sociale ed economico importante con l’avvento delle industrie.
Lucy, la protagonista, è una donna emancipata rispetto alle donne dell’epoca, e nonostante non ha mezzi propri farà di tutto per reclamare la propria indipendenza, fino a trovarsi nel dentro della lotta di potere tra luddisti, coloro che non vogliono le industrie, e un governo pronto a tutto per fermarli. In Lucy riaffiorerà alla memoria arti magiche legate a lei e alla sua famiglia, arti che porteranno, forse alla risoluzione del conflitto, e che permetteranno alla protagonista di raggiungere l’indipendenza tanto agognata. Interessante la mutazione della protagonista, da fanciulla fragile e insulsa a donna matura e capace di prendere in mano la situazione, un fascino nuovo per il lettore che sicuramente si appassiona a tutta la vicenda.
La dodicesima pagina  di David Liss è accattivante e scritto con maestria, unisce il mondo della lettura classica con quello della magia, la trama è ben strutturata e nonostante l’autore mette in campo molti personaggi, fa in modo che ognuno di essi sia ben tratteggiato e rimanga vivo nella mente del lettore.
La dodicesima pagina è elegante già dalla copertina e dall’impaginazione, peccato per il fond piccolo, scelta non in linea con tutto il resto, ed è proprio per questo piccolo particolare che ho rischiato di non proseguire la lettura e credetemi sarebbe stato un vero peccato!
Se un amico sacrifica qualcosa di valore per amore, può rendere potente l’incantesimo più importante, può rompere la barriera più forte, cambiare nemici potenti. Comprendere i principi del sacrificio è capire quando è il momento giusto per agire, quando gli altri hanno reso qualcosa di meglio per te stessa.


L’alchemica è trasformazione, (…) non aggiunta.

L’uomo è nato per morire e la mortalità definisce la natura dell’uomo.

È semplicemente successo che un giorno pensavo di essere innamorato di voi e poi un giorno pensavo di non esserlo. Immagino che l’amore sia strano in questo senso.

Il mondo è pieno di meraviglie che non possono essere misurate. Ecco perché sono meraviglie.




Katia Ciarrocchi



www.liberolibro.it



 
©2006 ArteInsieme, « 012613713 »